Conto deposito prezzo - Vivere il Garda

Novità

Le nostre news

Conto deposito prezzo

 

 

agenzie immobiliari

Maria Teresa Fontanella Agenzia immobiliare vivere il garda

Maria Teresa Fontanella

Agenzia Immobiliare Vivere il Garda

Oggi vorrei parlarvi di una novità entrata in vigore nel 2017, ma ancora poco conosciuta e ancor meno utilizzata il “Conto deposito prezzo”

Cos’è e come funziona

Il 29 agosto 2017 è entrata in vigore la legge n. 124/2017, articolo 1, commi 142 e 143 che ha introdotto la facoltà dell’acquirente di richiedere il deposito del prezzo al notaio fino ad avvenuta trascrizione del rogito notarile. Importando in Italia una prassi già da tempo vigente in Francia, la nuova legge afferma che qualora sia «richiesto da almeno una delle parti», il notaio deve tenere in deposito il prezzo destinato al venditore fino a quando non sia eseguita la trascrizione dell’atto nei regiAgenzia immobiliare viverestri della Conservatoria Immobiliare che è una procedura formale per assolvere l’obbligo di pubblicità del contratto ossia portarlo a conoscenza dei terzi. Sarebbe opportuno che tale opzione venisse manifestata al momento della sottoscrizione della proposta d’acquisto per informare il venditore sulle modalità di pagamento, ma nulla esclude, che di fronte a motivi gravi sopravvenuti e imprevedibili, si possa manifestare l’opzione anche direttamente alla stipula del rogito.

Cosa prevede la legge

L’acquirente versa al notaio il prezzo di vendita dell’immobile tramite assegni circolari intestati non al venditore bensì al notaio, il quale li depositerà su un conto corrente dedicato che ha appositamente aperto in banca con la destinazione di “conto dedicato ai sensi della Legge 147/2013”. Su questo conto vengono depositati anche gli importi a titolo di imposte che il notaio versa nelle casse dello Stato. Come afferma il Notariato “queste somme sono assolutamente al sicuro: sia perché sono separate dal patrimonio del notaio (non cadono nella sua successione, in caso di premorienza; non vanno nella comunione legale del coniuge; sono impignorabili da parte dei suoi creditori) sia perché sono impignorabili anche dai creditori del venditore”. Gli interessi attivi che produce il conto dedicato vanno a beneficio delle piccole e medie imprese. Solitamente pochi giorni prima del rogito il notaio effettua tutte le verifiche ipotecarie sull’immobile, ma potrebbe succedere che alcune trascrizioni siano in corso e non ancora visibili, quindi chi compra si vede esposto al rischio che, tra la data del rogito e la data della sua trascrizione nei predetti registri, venga pubblicato un gravame inaspettato a carico del venditore: un’ipoteca, un sequestro, un pignoramento, una domanda giudiziale, eccetera.

Alcuni casi specifici

Nel caso di presenza di un pignoramento o di una ipoteca esistente si può convenire in atto che «il prezzo venga pagato solo ad avvenuta cancellazione di dette formalità».
Se la casa è soggetta a prelazione conto deposito prezzo Agenzia immobiliare vivere il gardalegale «si conviene che il prezzo venga pagato una volta che sia venuta meno la possibilità di esercitare la prelazione».
Se la casa non è agibile, nell’atto si può prevedere «che il prezzo venga pagato solo ad avvenuta presentazione del certificato di agibilità».
Se la casa non è libera da persone o cose il prezzo sarà pagato solo ad avvenuta consegna della casa libera all’acquirente.
Nel caso di debiti del venditore, ad esempio se non ha ancora saldato tutte le spese condominiali soprattutto in caso di straordinarie già deliberate, vengono depositate le somme necessarie a coprire tali spese con l’incarico per il notaio di effettuare i pagamenti richiesti dall’amministratore di condominio».

Anche chi vende è tutelato

Le tutele, sostiene il Notariato, sono anche per il venditore: «Il deposito del prezzo garantisce il corretto e sicuro perfezionamento del trasferimento del denaro dall’acquirente al venditore, il quale incasserà le somme dopo qualche giorno ma non correrà alcun rischio in ordine all’effettivo incasso della somma pattuita», come ad esempio nel caso di assegni circolari falsi.

Case History

Per quanto riguarda l’esperienza diretta della nostra agenzia, ci è già capitato di suggerire ad un cliente  acquirente di avvalersi di questa modalità di pagamento, perché  interessato a comprare un immobile gravato da un’ipoteca giudiziale da parte di Equitalia. Dopo l’atto notarile nel quale il prezzo pagato dall’acquirente è stato trattenuto sul conto corrente dedicato, il notaio si è recato presso gli uffici di Equitalia per estinguere il debito. Nel giro di  due settimane lavorative, Equitalia ha cancellato l’ipoteca ed il notaio ha versato sul conto corrente del venditore la somma detratta dell’importo necessario per estinguere il debito con piena soddisfazione e tranquillità di tutte le parti. Da precisare che l’acquirente a rogito avvenuto, dispone fin da subito dell’immobile perché l’atto notarile produce comunque i suoi effetti.

Maria Teresa Fontanella Agenzia immobiliare vivere il garda

 Maria Teresa Fontanella

titolare dell’agenzia immobiliare Vivere il Garda di Moniga del Garda

moniga@vivereilgarda.com  www.vivereilgarda.com